riconoscimento dell'osteopatia

Osteopatia in Italia

In Italia (riconoscimento dell’osteopatia)

Dal 15 febbraio 2018 entra in vigore la Legge 11 gennaio 2018, n.3, al cui articolo 7 si definisce:

"Art. 7 
 
      Individuazione e istituzione delle professioni sanitarie 
                  dell'osteopata e del chiropratico 
 
  1. Nell'ambito delle  professioni  sanitarie  sono  individuate  le
professioni dell'osteopata  e  del  chiropratico,  per  l'istituzione
delle quali si applica la procedura di cui all'articolo 5,  comma  2,
della legge 1º febbraio 2006, n. 43, come sostituito dall'articolo  6
della presente legge. 
  2. Con accordo stipulato in sede di  Conferenza  permanente  per  i
rapporti tra lo Stato, le regioni e le Province autonome di Trento  e
di Bolzano, da adottare entro tre  mesi  dalla  data  di  entrata  in
vigore della presente legge, sono stabiliti l'ambito di  attivita'  e
le funzioni  caratterizzanti  le  professioni  dell'osteopata  e  del
chiropratico, i criteri di valutazione dell'esperienza  professionale
nonche' i criteri per il riconoscimento dei titoli equipollenti.  Con
decreto  del  Ministro  dell'istruzione,  dell'universita'  e   della
ricerca, di concerto con il Ministro della salute, da adottare  entro
sei mesi dalla data  di  entrata  in  vigore  della  presente  legge,
acquisito il parere  del  Consiglio  universitario  nazionale  e  del
Consiglio superiore di sanita', sono definiti l'ordinamento didattico
della  formazione  universitaria  in  osteopatia  e  in  chiropratica
nonche' gli eventuali percorsi formativi integrativi"

Il 22 Dicembre 2017, il è stato approvato ed é diventato legge al Senato della Repubblica Italiana il Ddl1324-b (DDL Lorenzin).

Il provvedimento con l’articolo 7 (ex articolo 4) individua l’osteopatia come professione sanitaria, è stato approvato in larga maggioranza.


“Si tratta di un importante traguardo anche a garanzia di tutti i cittadini che affidano all’osteopatia la propria salute.”


(L’iter delineato dal DDL Lorenzin prevede infatti, per la successiva istituzione della professione sanitaria di osteopata, la definizione delle competenze professionali e del relativo curriculum formativo, previo parere tecnico scientifico del Consiglio Superiore di Sanità (Css) e con accordi sanciti in Conferenza Stato Regioni. Con decreto del Ministero dell’Istruzione (Miur) si dovrà poi definire l’ordinamento didattico della formazione universitaria delle nuove professioni, come previsto dall’articolo 3 – bis del DDL)


Da anni il DO MSc. Ost. Florian Pirola partecipa attivamente al gruppo osteopati riconosciuti al fine di promuovere dell’obbiettivo del riconoscimento dell’osteopatia tra le professioni Sanitarie in Italia.


Votazione DDL Lorenzin (Riconoscimento dell'osteopatia)
Osteopatia Professione Sanitaria

Osteopatia in Europa

In Europa:

Nel 2016 il Comitato Europeo di Normazione CEN ha presentato al parlamento europeo le linee guida per la formazione e la pratica in Osteopatia.

CEN
FORE: Forum For Osteopathic Regulation in Europe

Osteopatia nel Mondo

Nel Mondo:

Nel 2010 lo WHO (OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità), pubblicando il “Benchmarks for Training in Osteopathy“, inserisce l’osteopatia tra le Medicine Non Convenzionali, avviando così politiche nazionali volte all’integrazione di esse nei diversi Sistemi Sanitari Nazionali dei Paesi Membri.

L’osteopatia così è stata regolarmente riconosciuta in Inghilterra, Belgio, Francia, Finlandia, Svizzera, USA, Canada, Australia, mentre in molti paesi è in fase di regolamentazione.

 

Torna alla definizione ed alla storia dell’osteopatia cliccando qui.

WHO: World Health Organization
Osteopatia WHO Benchmarks for Trainning in Osteopathy